News

Conservare-il-cibo-nel-frigo

Posted in Buona forchetta, on 29 Novembre 2015, by , 0 Comments

I pomodori vanno nel cassetto in basso insieme alla frutta e alla verdura o è meglio tenerli sul ripiano più alto? Sarà capitato anche a te di avere dei dubbi su come conservare gli alimenti nel frigorifero questo perché, sebbene la sua temperatura in media si aggiri intorno ai 5°C, non è costante in ogni sua parte.

Oltre a conoscere qual è la corretta conservazione del vino, è importante sapere anche quali sono le regole per mantenere integri gli alimenti. Infatti, la bassa temperatura aiuta a rallentare la formazione di microrganismi dannosi.

Supponendo di dividere la spesa in frutta, verdura, carni, pesce, uova, latte e formaggi, ecco un breve vademecum per sfruttare le variazioni di temperatura del frigo senza sbagliare più il ripiano!

 

Consigli su come conservare il cibo in frigo

Il punto più freddo del frigorifero è il ripiano sopra il cassetto per le verdure (2°C) dove è consigliato riporre carne e pesce.

Le uova, i formaggi, gli affettati e gli avanzi del giorno precedente andrebbero conservati sui ripiani centrali (4°-5°C) e su quello più alto (8°C).

Nei cassetti in basso dove la temperatura è più alta (fino a 10°C) puoi conservare l’insalata, le verdure oltre ad agrumi, mele, uva, frutti rossi mentre per altri tipi di frutta che potrebbero essere danneggiati dalle basse temperature, è opportuno tenerli in un portafrutta fuori dal frigorifero.

Gli scomparti della porta del frigorifero sono i punti più caldi (10-15°C) e sono destinati alla conservazione di bibite, compreso il vino, burro e uova.

 

Cosa non conservare in frigo: i cibi che fanno eccezione

Per i pomodori, così come per la frutta esotica come banane e meloni, non è richiesta alcuna refrigerazione che, anzi, potrebbe danneggiarli.

Per quanto riguarda i formaggi, in particolare i latticini, fanno eccezione la mozzarella di bufala, trattandosi di un alimento “vivo” composto soltanto da prodotti naturali come latte, sale e caglio, il fior di latte e la provola, che è preferibile conservarli in un luogo fresco fuori dal frigo. In estate, se fa molto caldo, possono essere riposti negli scomparti a non meno di 12°C.

La mozzarella di bufala puoi tenerla immersa nel suo liquido fino al momento del consumo che non dovrà superare i 4-5 giorni.

Per assaporare tutto il sapore dei latticini, è consigliabile immergere il sacchetto dove sono contenuti in acqua tiepida a 27°-28°C per una decina di minuti prima di consumarli.

———————————————————————————

PER LE NOSTRE PIZZE USIAMO ESCLUSIVAMENTE

MOZZARELLA FIOR DI LATTE 100% di LATTE ITALIANO

FARINA DI GRANO TENERO TIPO “00”

IMPASTO LIEVITATO ALMENO 36 ORE

Se vuoi provare la burrata chiedi dell’antipasto o della pizza.
Tutti i nostri ingredienti sono freschi e conservati seguendo le più scrupolose norme igieniche.

Per informazioni e prenotazioni:

Tel.: +39 055214502
Fax: +39 0552729343

———————————————————————————

 

Da sapere sulla manutenzione del frigo

E’ importante non riempire l’intera capacità di conservazione del frigorifero perché in mancanza di spazio tra gli alimenti, l’aria non potrebbe circolare e la normale distribuzione della temperatura verrebbe ostacolata.

Non mettere cibi ancora caldi nel frigorifero, ma lasciarli raffreddare a temperatura ambiente. Il calore dell’alimento fa salire la temperatura del frigo e danneggia gli altri cibi.

Per pulire il frigorifero non servono sgrassanti, saponi o altri agenti chimici. E’ sufficiente un panno intriso di acqua calda e un poco di aceto che eliminerà anche gli eventuali odori sgradevoli.

Anche se all’interno del frigorifero il cibo si conserva inalterato, va sempre consumato entro la data di scadenza e dopo un controllo (olfattivo e visivo) del suo stato di integrità.

 

Conoscevi tutti questi accorgimenti, li condividi? Vuoi aggiungere ancora qualcosa su come conservare al meglio i cibi nel frigo? Fammelo sapere con un commento!


You must be logged in to post a comment.

X