News

cosa vedere a Firenze

Posted in Si viaggiare, on 5 Dicembre 2015, by , 0 Comments

Scegliere cosa vedere a Firenze può rivelarsi un’impresa ardua perché un aspetto che la rende particolare è la straordinaria concentrazione di monumenti e reperti storici.

Fiorenza, così chiamata nel Medioevo e per definizione “culla del Rinascimento”, ebbe natali illustri quali Dante, Brunelleschi, Vasari, Ghiberti e altri giunti dalle province limitrofe come Leonardo da Vinci, Michelangelo da Caprese e Giovanni Boccaccio che visse e morì a Certaldo, oltre a numerosi altri personaggi che lasciarono il segno anche se furono solo di passaggio.
Pertanto, se hai a disposizione solo un fine settimana per visitare la città, questi sono i luoghi che non devi assolutamente perdere!

Firenze: itinerario consigliato per la tua permanenza

Giunto alla stazione centrale, recati in visita alla Chiesa e alla piazza di Santa Maria Novella che si trovano a poca distanza. Dopo, puoi spostarti verso il quartiere di San Lorenzo dove ammirare la Chiesa e le Cappelle Medicee. La tappa successiva che ti consiglio è sicuramente Piazza San Giovanni con il Duomo e il Battistero, poi verso sud in direzione di Piazza della Signoria e degli Uffizi. Prima di raggiungere il Ponte Vecchio, fai una piccola deviazione per recarti in Piazza Santa Croce e ammirare l’esterno e l’interno della maestosa Basilica. Dal Ponte Vecchio prosegui in Piazza de’ Pitti fino a Piazza Santo Spirito con l’omonima Chiesa.

Ristorante Golden View Firenze - vista Ponte Vecchio in Via de Bardi 58 rInfine, torna verso Ponte Vecchio e affiancando l’Arno dalla sponda sud, giungi in Piazza Poggi dove prendere la scalinata per raggiungere il Piazzale Michelangelo.
Se in tutto questo girovagare ti sarà venuto un certo languorino o avrai voglia di ristorarti con un calice di buon vino, se insomma stai cercando un ristorante a Firenze con vista mozzafiato e piatti freschi e tipici della cucina toscana, passa a trovarci: siamo proprio sul Ponte Vecchio in Via de Bardi 58 r.

 

Cosa vedere a Firenze nel dettaglio

1) Basilica Santa Maria Novella
A due passi dalla stazione centrale che porta l’omonimo nome, la Basilica di Santa Maria Novella è fra le opere più importanti del Rinascimento fiorentino. La facciata realizzata da Leon Battista Alberti è in marmo bianco, nero e verde mentre l’interno è a tre navate dalla cui volta centrale pende il Crocifisso realizzato da Giotto. Tuttavia questo non è l’unico tesoro, infatti la chiesa ospita innumerevoli altri capolavori.
Se vuoi conoscerli nel dettaglio ti invito a visitare il sito ufficiale.

2) San Lorenzo e le Cappelle Medicee
Chiesa tra le più antiche di Firenze e per più di 300 anni cattedrale della città, presenta la facciata incompiuta in pietraforte a vista mentre il suo interno è finemente decorato da Filippo Brunelleschi. Annessa alla basilica ma con accesso dall’esterno, la Sagrestia Nuova con le Cappelle Medicee ospita le tombe di illustri esponenti della famiglia fiorentina. Fu Michelangelo a occuparsi dei lavori che durarono circa 14 anni. Qui dimorano le tombe di Lorenzo Il Magnifico e Giuliano de Medici con gli adorni ad opera di Michelangelo come la famosa Allegoria del giorno e della notte.

3) Santa Maria del Fiore – Duomo di Firenze
La Cattedrale di Santa Maria del Fiore, comunemente conosciuta come Duomo di Firenze e progettata da Arnolfo di Cambio, è la terza chiesa più grande al mondo: è lunga 153 metri, larga 90 e alta 90 metri. Sovrastata dalla maestosa cupola progettata dal Brunelleschi, è affiancata dal campanile di Giotto, realizzato con lo stesso marmo bianco e verde della cattedrale. Santa Maria del Fiore fu costruita in 170 anni sulle ceneri di Santa Reparata la prima cattedrale della città. Nello spazio antistante si trova il Battistero che è anche uno degli edifici più antichi di Firenze perché pare risalga all’epoca paleocristiana (IV-V secolo d.C.).
Per informazioni e orari, visita il sito ufficiale

4) Piazza della Signoria
Si trova alla fine di Via dei Calzaiuoli, all’estremità opposta di piazza Duomo, ha una forma ad L e ospita almeno quattro importanti monumenti come il Palazzo Vecchio sormontato dalla “Torre di Arnolfo” alta 94 metri, sede del Comune, la Loggia della Signoria o dei Lanzi (perché vi si accamparono i Lanzichenecchi nel 1527) con varie opere scultoree di altissimo livello, tra cui la statua bronzea “Perseo con la testa di Medusa” di Benvenuto Cellini, la Fontana del Nettuno di Bartolomeo Ammannati e la statua equestre di Cosimo I in bronzo, opera del Giambologna.

5) Galleria degli Uffizi
Gli Uffizi meriterebbero da soli una visita di un’ intera giornata, trattandosi di uno dei più importanti musei italiani. A dimostrazione, le lunghe file di turisti che si formano davanti all’ingresso in ogni periodo dell’anno. Sono qui raccolti capolavori d’arte di ogni secolo, derivanti inizialmente dalle collezioni dei Medici, poi arricchiti nel tempo da lasciti e scambi. Custodisce opere di Cimabue, Duccio di Buoninsegna e Giotto per passare al Botticelli, Leonardo, Raffaello, Perugino fino a Durer, Caravaggio e molti altri.
Informazioni e prenotazioni sul sito del Polo Fiorentino Museale

6) Basilica di Santa Croce
La basilica che si affaccia sull’omonima piazza è realizzata in stile gotico e conserva le “Urne dei Forti”, cioè le spoglie di personaggi illustri come Michelangelo, Galileo Galilei, Vittorio Alfieri, Antonio Canova, Niccolò Machiavelli, Gioacchino Rossini, Ugo Foscolo e altri. Al suo interno, oltre alla Cappella Maggiore e a quelle delle famiglie dei Bardi e dei Peruzzi, accoglie anche la Cappella dei Pazzi ad opera di Filippo Brunelleschi dove è conservato il Crocifisso di Cimabue. Nella piazza di Santa Croce ogni giugno per tradizione viene giocato il Calcio in costume.
Orari e informazioni sul sito della Basilica.

7) Ponte Vecchio
Famoso nel mondo, il Ponte Vecchio, simbolo di Firenze, che collega nel punto più stretto le due rive dell’Arno, è conosciuto anche come il ponte degli orafi, sebbene un tempo le botteghe appartenessero ai verdurai e ai beccai (macellai) poi cacciati in seguito alla costruzione del corridoio vasariano voluto da Cosimo I nel 1565. Durante la seconda guerra mondiale fu risparmiato dai bombardamenti per la sua manifesta bellezza.

8) Piazza e Palazzo de’ Pitti
Il Palazzo dei Pitti si affaccia sull’omonima piazza che si trova alle pendici della collina di Boboli nella zona oltre la sponda del fiume Arno chiamata Oltrarno. Palazzo Pitti era l’antica residenza dei granduchi di Toscana e dei re d’Italia, già abitata dai Medici, dai Lorena e dai Savoia. Oggi ospita un complesso museale articolato su cinque tematiche diverse tra le mostre permanenti delle gallerie Palatina e Arte Moderna, oltre a quelle temporanee.

9) Giardino dei Boboli
Affiancati all’ala destra di Palazzo Pitti troviamo i Giardini monumentali di Boboli, appartenuti alla famiglia dè Medici fino alla metà del settecento e poi agli Asburgo–Lorena. Il parco storico è uno dei più importanti esempi di giardini all’italiana nel mondo, con laghetti, fontane, tempietti e grotte ed è anche un museo all’aperto per la presenza di numerose statue anche del Giambologna. L’ingresso richiede un biglietto acquistabile presso la biglietteria all’ingresso del giardino.

10) Santo Spirito – Oltrarno
La Chiesa di Santo Spirito è una delle principali basiliche di Firenze e si trova nell’omonima piazza nella zona sud della città, sull’altro lato dell’Arno nel quartiere dell’Oltrarno. La facciata liscia presenta un grande semplice rosone centrale mentre all’interno a pianta latina e divisa in tre navate, la sagrestia rappresenta un prezioso gioiello di epoca rinascimentale.

11) Piazzale Michelangelo
Punto panoramico da cui ammirare la città di Firenze, il piazzale, opera dell’architetto fiorentino Giuseppe Poggi, si può raggiungere a piedi dalla scalinata che parte da Piazza Poggi (sebbene le numerose rampe richiedano un po’ di allenamento) o più comodamente con uno degli autobus di linea. Al centro, presenta le copie in bronzo di alcune famose statue conservate a Firenze quali il David e le quattro allegorie delle Cappelle Medicee di San Lorenzo. Particolarmente suggestiva la vista dalla terrazza ottocentesca nelle prime ore del giorno e al tramonto.

Questi undici punti sono solo un assaggio di Firenze, quello che ci piacerebbe darti per quanto riguarda l’aspetto enogastronomico oltre a un’impagabile vista sul Ponte Vecchio.
Ci trovi in Via de Bardi 58 r – Ponte Vecchio Firenze con i seguenti orari di apertura: tutti i giorni dalle 12.00 alle 24.00.


You must be logged in to post a comment.

X