News

Cucina-tradizionale-toscana

Posted in Buona forchetta, on 26 Novembre 2015, by , 0 Comments

D’estate o d’inverno, merita sempre visitare la Toscana e la città di Firenze per la grande varietà dei suoi paesaggi, gli eventi storico-culturali e le ricchezze artistiche che offre.

Un altro aspetto da considerare e che potrebbe spingerti a tornare più di una volta perché muta con il cambio di stagione, è quello culinario. La cucina toscana è ancora molto legata alle tradizioni e ai prodotti regionali. Dalle ricette più semplici a quelle più elaborate, mangiare toscano a Firenze rappresenta un viaggio nel suo patrimonio enogastronomico.

Anche se sei solo di passaggio, prima di ripartire scegli di mangiare in un ristorante toscano e ordina un pranzo tipico toscano.

Ecco alcuni piatti della tradizione toscana e fiorentina che potrebbero interessarti.

Ricette toscane

Antipasto tipico toscano

Insalata di farro
Il farro è il più antico tipo di frumento coltivato, già usato come base di alimentazione dalle legioni romane. In Italia viene coltivato soprattutto in Garfagnana, una valle della Toscana settentrionale. Sono molte le ricette tipiche toscane a base di farro come la minestra di farro o la torta di farro.

L’insalata di farro è particolarmente indicata nei mesi estivi perché risulta un piatto fresco e leggero. I chicchi del cereale sono ricchi di fibre e poveri di grassi e possono essere accompagnati da orzo, verdure di stagione o, come in questo caso, da fagioli borlotti in scatola. Aggiungendo una cipolla tagliata a fette sottili, capperi, sale, pepe, un poco di olio extra vergine d’oliva e del timo, avremo preparato una gustosa ed energetica insalata.

Primi piatti tipici toscani

Ribollita
Piatto povero di origine contadina adatto soprattutto in inverno, è oggi la zuppa della tradizione fiorentina per antonomasia a base di pane toscano (non salato) raffermo e di verdure come cavolo nero e cavolo verza. Il nome “ribollita” deriva proprio dall’abitudine delle contadine di prepararne una gran quantità e di “ribollirla” sul focolare nei giorni successivi. Tradizionalmente veniva preparata il venerdì sera con gli avanzi dei giorni precedenti, facendoli cuocere nuovamente insieme al pane, bietole, cipolle, patate, carote, sedano tagliati a pezzi grossolani, fagioli cannellini, pomodoro pelato e un cucchiaio di olio extravergine di oliva.
Solitamente viene servita in una scodella dove sono state precedentemente adagiate un paio di fette di pane toscano passate in forno e strofinate con uno spicchio di aglio.

Pappa al pomodoro
Celebrata da una famosa canzone di da Rita Pavone, la pappa al pomodoro è un piatto tipico della cucina toscana, in particolare della tradizione contadina che sfrutta ingredienti semplici come il pane casalingo raffermo, pomodori pelati, aglio, basilico, olio extravergine di oliva, sale e pepe per offrire un primo piatto saporito e sostanzioso. Si gusta in estate a temperatura ambiente mentre ben caldo in inverno. Generalmente non vuole l’aggiunta di formaggio.

Panzanella
La panzanella è un altro piatto tipico toscano molto fresco che notoriamente si prepara in estate sfruttando le verdure di stagione come carote, finocchi, mais, sedano, peperoni crudi oltre a pomodori e cetrioli. Inoltre, è possibile aggiungere a piacimento anche mozzarella o emmenthal, sottoli, sottaceti, fagioli borlotti e odori come basilico ed erba cipollina. La base di preparazione di questo piatto, come di altri della cucina toscana, è costituita da pane raffermo, cipolla rossa, cetrioli, olio extra vergine di oliva, aceto, sale e pepe.

Secondi piatti tipici toscani

Peposo
Altra specialità della cucina toscana, originario dell’Impruneta, paese delle colline fiorentine, è un secondo piatto a base di carne, in particolare viene utilizzato il muscolo di manzo tagliato in cubi non troppo piccoli, vino rosso, cipolle, carote, sedano, farina, polpa di pomodoro e abbondantemente aromatizzato con grani di pepe nero, salvia e rosmarino. La tradizione vuole che i fornacini dell’Impruneta (gli addetti alla cottura dei mattoni nelle fornaci) preparassero il peposo in un tegame di terracotta posizionato all’imboccatura del forno cosicché potesse cuocere molto lentamente e la carne intenerita dalla cottura fosse pronta dopo alcune ore.

Contorni toscani

Fagioli all’uccelletto
Piatto rustico, tipico della cucina toscana e in particolare della città di Firenze. Secondo Pellegrino Artusi, il nome “fagioli all’uccelletto” o “fagioli a guisa d’uccellini” pare derivi dagli aromi usati, in particolare la salvia, per la preparazione di piatti di cacciagione a base di uccelletti.
Per questa ricetta tipica fiorentina è consigliato l’uso di fagioli cannellini che andranno prima lessati in una pentola di coccio insieme al pepe in grani, qualche foglia di salvia, aglio intero e due cucchiai di olio d’oliva e poi ripassati in un tegame con il pomodoro e la salvia.
I fagioli all’uccelletto sono in genere serviti come contorno a salsicce, cotechino e trippa.

Dolci toscani

Cantuccini toscani
Originari della zona di Prato, i cantuccini sono biscotti a base di farina, uova, burro, zucchero semolato, mandorle intere, pinoli, uvetta candita ammollata nel brandy, scorza grattugiata di arancia, e serviti con Vin Santo toscano in cui inzupparli.
Una volta ottenuto l’impasto, a forma di filoncini di pane, viene messo in forno e solo quando si è raffreddato del tutto, viene tagliato in modo da ottenere la forma dei classici cantuccini, che andranno di nuovo in forno per circa 10’ per renderli friabili e croccanti.

Questi sono solo alcuni dei principali piatti rustici della cucina toscana e fiorentina, ma ce ne sono molti altri. Se vuoi aggiungere qualche suggerimento lasciami un commento.


You must be logged in to post a comment.

X