News

Come servire il vino

Posted in Andar per vini, on 27 Novembre 2015, by , 0 Comments

Che si tratti di rosso corposo o di un fresco asciutto bianco, sorseggiare un bicchiere di vino è uno dei grandi piaceri della vita. Ogni bottiglia racchiude in sé un mistero fintanto che non viene stappata, solo allora se ne potrà apprezzare il contenuto. E’ consigliabile sapere anche come servire il vino e come conservarlo per non rovinare la sua alchimia di profumi e sapori.

In generale, i calici dal bevante (pancia del bicchiere) più largo, sono preferibili per servire i vini rossi morbidi e vellutati e quelli bianchi freschi (acidi).
Quelli con il bevante più stretto sono raccomandati per i rossi tannici e i bianchi che hanno un buon equilibrio tra morbidezza e acidità. Il calice ancora più stretto, il flûte, viene usato per la maggior parte degli spumanti.

Come servire il vino rosso

Solitamente, il vino rosso si versa nel calice panciuto con il bevante più largo per consentirgli di “respirare”. Il bicchiere andrebbe riempito per un terzo, cioè fino al punto in cui la pancia è più larga così da offrire al vino una maggiore superficie al contatto con l’aria e servito tra i 15°C e i 18°C gradi.
La forma del bicchiere aiuta a convogliare i profumi direttamente verso il naso e il liquido al centro della lingua.

In alcuni casi, la forma del bicchiere prescelto per un determinato vino ne prende anche il nome, come ad esempio il Calice Sangiovese.

Il calice più largo è consigliato per vini rossi come Pinot Nero, Nebbiolo , Burgundy, Médoc e Rioja.

Il calice medio largo per vini rossi come Beaujolais e Shiraz.

Come servire il vino bianco

Il vino bianco, in genere, viene servito in bicchieri dalla forma più stretta, non così stretta come per i calici da spumante (flûte), per facilitarne il flusso verso le papille gustative e conservarne più a lungo la temperatura. Il bicchiere andrebbe riempito per metà e la bevanda servita tra i 12°C e gli 11°C nel calice più ampio e tra i 10°C e gli 11°C in quello più stretto. Nel flûte tra i 9°C e i 7°C.

Il calice più largo è consigliato per vini bianchi come Chardonnay, Bordeaux bianco, Verdejo e Burgundy.
Il calice medio largo per vini bianchi come il Gewurztraminer è stato consigliato dalla Fiera Internazionale di vini Vinexpo.

 

Come servire il vino a tavola

Non riempire mai il bicchiere fino all’orlo e mai oltre la metà.

Un modo elegante di versare il vino, invece di farlo arrivare direttamente dall’alto, è quello di inclinare il bicchiere e lasciarlo scivolare sulle sue pareti interne.

Per i vini rossi, l’impugnatura consigliata, è con il dito medio sotto al piede di base, l’indice sopra e attorno allo stelo, con il pollice che chiude dalla parte opposta. L’importante è evitare di tenere il calice con le dita o appoggiato al palmo della mano per evitare di riscaldare la bevanda e di contaminarne gli odori con quelli cutanei.
Per i vini bianchi è sufficiente sostenere il bicchiere dallo stelo così da evitare che il calore del corpo aumenti la temperatura con cui è stato servito.

Chiedi la lista di vini selezionata da Tommaso Grasso proprietario del Golden View Open Bar e della prestigiosa cantina privata aperta solo su richiesta agli ospiti che amano scegliere ottimi vini da comprare o da regalare o anche semplicemente che amano assaporare etichette esclusive in una cornice quanto mai suggestiva!

Hai un vino rosso o bianco preferito e perché lo raccomanderesti? Scrivimelo nei commenti.

Vuoi visitare la cantina privata per una degustazione o prenotare un’esclusiva cena fredda o un aperitivo (per un massimo di 12 persone)? Contattaci per informazioni e prenotazioni:

Tel.: +39 055214502
Fax: +39 0552729343
info@goldenviewopenbar.com
goldenviewfirenze@hotmail.com


You must be logged in to post a comment.

X