News

Riciclare le bottiglie di vino vuote

Posted in Bella Firenze, on 18 Dicembre 2015, by , 0 Comments

Avevamo parlato del riutilizzo dei tappi di sughero, ma delle bottiglie di vino vuote cosa farne? Premesso che da integre (non ancora aperte e piene di vino) andrebbero conservate secondo alcune metodologie specifiche, e che il vetro è un materiale altamente riciclabile dunque va gettato nell’apposito contenitore; le bottiglie prive di etichette e tappi possono avere una seconda vita.

Anche se sono meno malleabili delle bottiglie in plastica che facilmente possono essere segate con un taglierino, sebbene questo materiale tenda a ingiallirsi con il tempo e non sia resistente alle alte temperature e al fuoco, puoi usare quelle di vetro intere o tagliate per riciclarle in modo creativo.

Per tagliarle puoi utilizzare un tagliavetro, strumento che trovi in ogni ferramenta e rifinire il taglio con un foglio di carta vetrata spessa. Puoi anche avvalerti di uno spago imbevuto di alcol e legato all’altezza del taglio dove la bottiglia sarà riempita d’acqua. Riscaldato il liquido, lo sbalzo termico farà rompere la bottiglia all’altezza dello spago. Ti consiglio comunque di seguire uno dei tanti tutorial caricati su YouTube per eseguire il corretto procedimento.

Considera infine di poter usare sia la parte superiore della bottiglia tagliata sia quella inferiore.

Ci sono svariati modi per riciclare le bottiglie di vino vuote, di seguito troverai almeno cinque consigli.

Riciclare una bottiglia intera

1) Portacandela, è anche l’uso più classico che probabilmente avrai visto in tanti ristoranti, ma anche semplice e d’effetto. Infatti, basta infilare un cero nel collo della bottiglia e accenderlo per farlo sciogliere. Una volta consumato, puoi decidere di cambiare colore della candela così da creare tanti effetti cromatici.

2) Vasi da tavolo ricoperti in corda. Per questa soluzione basta munirsi di un po’ di precisione e di colla a caldo. Il trucco è di avvolgere la bottiglia partendo dalla base fino alla cima – puoi usare anche colori diversi di corda da alternare – stando attenti a non lasciare spazi vuoti tra un anello e l’altro.

3) Vasi da tavolo ricoperti di vernice. Con l’ausilio di un po’ di scotch di carta, crea delle forme geometriche sulla bottiglia poi stendi il colore con della vernice spray per vetro o con il pennello e attendi che la superficie sia perfettamente asciutta. Ora puoi staccare il nastro adesivo e ammirarne l’effetto.

4) Vasi da parete. Anche questa soluzione creativa e di impatto visivo richiede pochi sforzi, giusto un trapano e alcuni ganci da parete o staffe per tubi facilmente reperibili in ferramenta. Appendi le bottiglie al muro riempite di fiori, sabbia o perline colorate.

Riciclare una bottiglia_idee5) Decorazioni all’aperto. Puoi legare le bottiglie di vetro trasparente riempite di fiori a una corda appesa sopra la tavola. Puoi inserire all’interno un filo di luci, come quelle di Natale, per illuminare la tavolata quando si fa sera.
Oppure, puoi legarle a un bastone di legno conficcato nella terra e usarle come portacandela e infine, colorate, capovolte e inserite nel terreno possono fungere da bordure attorno ad aiuole e alberi da giardino.

 

Riciclare una bottiglia tagliata

1) Lampade da tavolo. Utilizzando la parte superiore della bottiglia, in modo che il taglio faccia da base, puoi inserire all’interno un filo elettrico o una candelina.

Riciclare le bottiglie di vino_idee2) Bicchieri. Con la parte inferiore di bottiglie che presentano decorazioni stampate, come quelle della vodka o della birra, puoi creare dei bicchieri di dimensioni e altezze differenti. Abbi l’attenzione di rendere completamente liscia la superficie tagliata per evitare spiacevoli incidenti!

Hai il pollice verde? Un ultimo suggerimento è rivolto a chi cura piante e fiori e sta cercando una soluzione per ottenere vasi per bulbi e piante che necessitano di umidità costante.

Puoi usare la parte superiore della bottiglia capovolta come vaso e immergine il collo in un contenitore d’acqua sottostante.

 

 

Vuoi suggerirmi qualche altra idea? Lasciami un commento oppure condividi l’articolo se ti è piaciuto.


You must be logged in to post a comment.

X